Prossimamente: c'è qualcosa su Darcy

C'è qualcosa in Darcy

Hai sentito prima qui! Siamo lieti di annunciare che questo novembre vedrà la pubblicazione di un nuovo libro di saggistica tutto sull'eroe più famoso di Austen, Mr Darcy, e sul motivo per cui è così adorato. C'è qualcosa in Darcy Si intitolerà il nuovo libro di Gabrielle Malcolm C'è qualcosa in Darcy - e in effetti c'è, qualcosa di molto speciale. È enigmatico, difficile e galante. È appassionato, ardente e gentiluomo. Per un personaggio inventato dalla figlia non sposata di un pastore dell'Hampshire all'inizio degli anni 19th secolo, la sua longevità, popolarità e il suo fascino globale sono sbalorditivi. Da un inizio poco promettente all'Assemblea di Meryton, ora vive nei cuori e nell'immaginazione di milioni di persone.
Il fondamento del libro "C'è qualcosa su Darcy" è stata la popolarità del merchandising "I <3 Darcy" presso il Jane Austen Center. Quando ho assistito all'entusiasmo con cui turisti e appassionati hanno afferrato borse e badge, visibili in giro per la città, ho capito che qui c'era un argomento e una storia da approfondire. Segui la storia con me, per alcuni colpi di scena sorprendenti e alcuni compagni inaspettati lungo la strada. Voglio che condividiamo ciò che rende Darcy così eccitante e incantevole e scopriamo come la storia del personaggio può avvicinarci all'immaginazione e alla creatività della nostra amata Jane Austen.

Gabrielle Malcolm

Puoi unirti alla conversazione e condividere ciò che ami (o odi!) Di Darcy sui social media con l'hashtag #Darcymania prima dell'uscita del libro. Un'uscita che, per inciso, vedrà il negozio di regali online di Jane Austen in grado di offrire copie firmate della nuova grande lettura di Malcolm. Se non puoi aspettare fino a novembre per saperne di più sul libro, speriamo che ti divertirai a leggere l'estratto di seguitoC'è qualcosa in Darcy.

***

INTRODUZIONE

Nell'autunno del 1995 ha avuto luogo una tranquilla rivoluzione culturale, prima nel Regno Unito e poi in tutto il mondo. Era tranquillo perché riguardava soprattutto le emozioni generate dalle abitudini di lettura private. Era tranquillo perché proveniva dalla televisione della domenica sera. Ed era silenzioso perché era guidato quasi esclusivamente dalle abitudini di lettura e visione delle donne. La scrittrice e giornalista Helen Fielding è stata una delle prime a coglierla all'epoca. Attraverso la lente della sua colonna in Il Indipendente quotidiano, "The Diary of Bridget Jones", ha esaminato la serie di sei puntate di un dramma in costume della BBC TV in sei puntate in attesa del momento in cui i due protagonisti sarebbero "scesi" l'uno con l'altro. Bridget Jones ha iniziato la sua vita come una caricatura di una donna single sui trent'anni, intrisa di egocentrismo, autocritica e controllo di sé, dal numero di calorie consumate alle dimensioni delle mutande richieste in una determinata situazione sociale. Si è evoluta nel corso delle settimane, dei mesi e degli anni successivi in ​​un personaggio che è arrivato a guidare l'avanguardia nelle reinterpretazioni moderne di Jane Austen Orgoglio e pregiudizio (1813). Il fattore scatenante di questa rivoluzione nella cultura popolare, e oggetto dello scrutinio di Fielding, è stata ovviamente la trasmissione del nuovo adattamento della BBC TV di Orgoglio e pregiudizio, che inaspettatamente ha inviato riverberi in tutto il mondo che riecheggiano ancora oggi. È stato il prodotto dell'incontro di un gruppo specifico di talenti: il genio di Jane Austen, l'inventiva dello sceneggiatore Andrew Davies e la visione del regista televisivo Simon Langton, insieme a un cast eccezionale guidato da Jennifer Ehle e Colin Firth. Una scena in particolare è rimasta impressa nella coscienza popolare: quando Mr Darcy (interpretato da Firth), attraversa a grandi passi un campo, una camicia bagnata aderente al suo corpo. Goffo, ma assolutamente mascolino, è entrato nei cuori e nei sogni di milioni di persone. Il risultato è stato un evento televisivo che da allora non ha avuto seri rivali e la nascita di un'epoca di fandom Austen senza precedenti, per l'autore e il suo eroe. Austen è ora unica tra i romanzieri d'epoca in quanto occupa un posto nella cultura dei fan contemporanea del XXI secolo che pochissimi scrittori moderni possono competere. Le creazioni di Austen, in particolare Elizabeth Bennet e Mr Darcy, sono al centro dell'attuale cultura dei fan online quanto, ad esempio, JK Rowling Harry Potter personaggi e il Guerre stellari o Dr Who universi. L'idea di questo libro mi è venuta mentre aspettavo alla fermata dell'autobus a Bath. Accanto a me c'era una giovane donna che portava una borsa tote "I <3 Darcy". Ho rintracciato questo articolo nel negozio Jane Austen Center, appena fuori Queen’s Square. Questa è stata la mia introduzione all'idea che c'era una richiesta di cose relative a Austen e Darcy che andavano oltre i romanzi e i loro adattamenti. Quando ho sentito che la Chatsworth House nel Derbyshire doveva mettere via il busto di Matthew Macfadyen nei panni di Darcy (dalla versione cinematografica del 2005) perché i visitatori continuavano a baciarlo, ho deciso che questo bisogno doveva essere indagato. Il fascino di Darcy è diventato una mania e questo libro esaminerà il motivo. Darcy ora appare in innumerevoli forme: in combattimenti a pugni sullo schermo, innescando la sua Ferrari nelle pagine di un romanzo rosa, dirigendo un'azienda di media digitali a San Francisco, come vampiro, cardiochirurgo, neurochirurgo e persino uccisione zombie nei film e nei romanzi grafici. È particolarmente favorito nell'ormai classico tropo di un uomo che emerge - bagnato gocciolante - da un lago o stagno, con la camicia bagnata attaccata al suo corpo. Anche gli attori che non hanno mai interpretato Darcy lo usano come una sorta di scorciatoia per la bellezza maschile. Benedict Cumberbatch, protagonista di Sherlock per la BBC e il dottor Strange nell'universo Marvel, è apparso in un servizio fotografico di beneficenza nel 2014 come tributo "sexy bagnato e selvaggio" a Firth nei panni di Darcy. Fantasie di viaggio nel tempo intraprese per incontrare Darcy, sequel aggiornati di Orgoglio e pregiudizio, adattamenti moderni e persino versioni per domare i draghi di Darcy (come in Pemberley: Mr Darcy's Dragon, Longbourn: Dragon Entail, Netherfield: Rogue Dragon, una serie di tre libri di Maria Grace, White Soup Press, 2016-2018) popola il fiorente genere di fan fiction di Jane Austen. Questo è probabilmente uno degli aspetti più significativi e rivelatori della popolarità moderna di Austen: l'enorme, sempre crescente e concentrata produzione di fan fiction. Si tratta di storie - per lo più circolate online, ma molte pubblicate su carta stampata attraverso canali indipendenti - che si basano sulle narrazioni e sui personaggi originali di Austen. Esplorano trame alternative, vengono raccontate dalla prospettiva di un singolo personaggio o esplorano scenari "e se?" Che mettono alla prova i personaggi tanto amati in modi nuovi e drammatici. La figura di Darcy domina queste rivisitazioni alternative Orgoglio e pregiudizio, a dimostrazione di quanto siano vivide, personali e significative le relazioni tra lettori e scrittori di fan fiction di Jane Austen, l'autrice e la sua creazione. Il Darcy che conosciamo oggi ha alle spalle una storia di 200 anni. E al di là di quella storia ci sono le influenze che potrebbero aver operato ad Austen per crearlo. È passato dall'essere il personaggio secondario di Elizabeth, il suo interesse amoroso, per influenzare le successive creazioni eroiche. Ora è un archetipo che definisce un intero filone di personaggi nella narrativa, nel dramma, nei media e nella cultura popolare. Questi sono identificati con un unico nome: Darcy. Quindi, cos'è che Austen offre ai lettori e agli spettatori che li trasformano in tali fan, e superfan, dei suoi romanzi, dei suoi personaggi e di Darcy in particolare? Questo libro cercherà alcune risposte a questo, e così facendo esplorerà le origini del personaggio, la sua rappresentazione nel romanzo e l'eredità della sua influenza.