Dovere e desiderio di Pamela Aidan

Nel secondo volume di lei "Fitzwilliam Darcy, Gentleman" trilogia, Pamela Aidan espande il mondo di Orgoglio e pregiudizio dal preferito di Jane Austen "3 o 4 famiglie in un villaggio di campagna", inviando il suo eroe nel mondo scintillante dell'aristocrazia reggenza inglese. Signori e signore abbondano; si immagina Sir William Lucas, il pesce più grosso del piccolo stagno di Meryton, piuttosto in perdita tra questa compagnia. Un'Assemblea come questa, il primo volume della trilogia, si conclude con Darcy che lascia Netherfield per Londra, deciso a dimenticare i begli occhi di Elizabeth Bennet. All'apertura del secondo libro, Darcy è alle prese con questo compito, così come con il compito di crescere una giovane ragazza. Le sue preoccupazioni per Georgiana, ferita spiritualmente dall'affaire Wickham, sono presto placate; La signorina Darcy ha trovato conforto nella religione, e mentre suo fratello è a disagio all'idea che un Darcy di Pemberley abbia un camion con il Metodismo, è abbastanza grato per la ritrovata tranquillità di Georgiana da lasciarla abbastanza bene da sola. Determinato a fare quello che percepisce come suo dovere di padrone di Pemberley, Darcy si dice che deve dimenticare la signorina Elizabeth Bennet e trovare una donna di fortuna e di ineccepibile allevamento come sua moglie. Con questo in mente, accetta un invito a una festa in casa, sapendo che ci sarà un'eccellente selezione di donne ricche e aristocratiche. È un piano sensato, ma si ritorce contro quando tutte e quattro le donne soffrono rispetto al suo ricordo di Elizabeth. È tutto come dovrebbe essere, dato che Darcy lotta con "dovere e desiderio" e si rende conto che Elizabeth è l'unica donna per lui. Sfortunatamente, a questo punto la trama prende una brusca svolta in territorio gotico, una sottotrama che serve a far risplendere Darcy ma che per il resto è sconcertantemente diversa da Austen. Jane Austen sapeva che le interazioni sociali degli esseri umani forniscono sufficiente orrore per l'osservatore consapevole senza introdurre il soprannaturale. Ci aspettavamo una sorta di risoluzione radcliffiana, con una spiegazione naturale per eventi soprannaturali, ma non era imminente. Certo, questo libro non è stato scritto da Jane Austen, e quando ci si impegna a leggere i sequel e le rivisitazioni di Austen, non si può presumere o addirittura aspettarsi che l'autore aderisca rigorosamente ai costumi di Jane Austen, ma speriamo che la signora Aidan alleggerirà il suo tono e argomento nel terzo volume della trilogia, in cui la storia di Darcy si ricollega a quella di Elizabeth. La scrittura nel complesso è piacevole, con la conoscenza enciclopedica della signora Aidan del periodo di tempo distribuita in modo più sottile rispetto al primo volume, anche se ci siamo persi il gentile umorismo mostrato lì. Come nel primo volume, la visione dell'autrice del viaggio interiore di Darcy è, a nostro avviso, azzeccata. Siamo inoltre lieti di notare che i problemi di correzione di bozze del primo volume sono stati risolti. Abbiamo grandi speranze che il terzo volume leghi la storia in un insieme che si collochi tra i migliori del crescente corpo della paraletteratura di Jane Austen. Paperback: 244 pagine (22 luglio 2004) Editore: Lightning Source UK Ltd ISBN: 0972852913 Prezzo: £ 8,28 / $ 13,95 (da Amazon.com) Margaret C. Sullivan è la webmistress di Tilneys e botole e AustenBlog. Il suo Henry Tilney interiore ha letto la sottotrama gotica di Dovere e Desiderio in due giorni, i capelli ritti per tutto il tempo.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati