Mr Darcy, Vampyre di Amanda Grange

Quando Lady Catherine de Bourgh dice a Elizabeth Bennet che il signor Darcy proviene da un'antica famiglia ... beh, non è solo una snob. L'inizio della vita insieme dei due sposini Darcy, in cui il signor Darcy approfitta della pace di Amiens per mostrare a sua moglie l'Europa continentale, dovrebbe essere un momento di pura felicità per Elizabeth Darcy, dopotutto, se le avventure non arriveranno a una giovane signora nel suo villaggio, deve cercarli all'estero, ma la sua gioia nel suo matrimonio e il suo amore per suo marito sono offuscati dalla preoccupazione. Perché ha sorpreso uno sguardo di puro tormento sul volto di Darcy solo poche ore dopo il loro matrimonio? Perché non consuma il loro matrimonio, nonostante l'evidente passione che condividono? E perché Elisabetta sta sognando eventi accaduti più di cento anni prima e un misterioso e irresistibile gentiluomo che non è suo marito? Il mistero si trasforma in un climax elettrizzante e agghiacciante e in un finale completamente soddisfacente. C'è un sacco di romanticismo e alcuni momenti pericolosamente teneri tra gli sposi. (Ammettiamolo, l'intera faccenda succhiasangue non è una metafora per giocare a whist, sai cosa intendiamo?) Tuttavia, Signor Darcy, vampiro è più della semplice aggiunta della tradizione sui vampiri a P&P; invece, Amanda Grange ha creato un intelligente omaggio ai romanzi gotici che tanto piacevano a Jane Austen. Come in tutti i romanzi ispirati dalla signora Grange Austen, ha chiaramente fatto i compiti e Signor Darcy, vampiro riecheggia in modo più forte i racconti di orrore psicologico di Ann Radcliffe, incorporando tutti gli elementi che i fan esperti del gotico si aspettano: un viaggio attraverso le parti più aspre e pittoresche del continente; descrizioni amorevoli del paesaggio (anche se fortunatamente, a differenza di Radcliffe, non vanno avanti pagina dopo pagina noiosa, e non c'è poesia spietata che rallenti ulteriormente le cose); misteriosi castelli con servi che si comportano in modo strano; banditti, mercenari e paesani paurosi e violenti; un incidente che, viene detto a Elizabeth, fa presagire la morte; la storia di un'altra giovane donna proprio come Lizzy che è arrivata in circostanze simili e ha avuto una brutta fine; e c'è anche un momento di "velo nero", quando la nostra eroina vede qualcosa di così orribile che non ha altra scelta che svenire. Il lettore non è immediatamente illuminato dall'orrore, anche se possiamo indovinarlo; e, ancora una volta fortunatamente a differenza di Radcliffe, la signora Grange non ci tiene in sospeso fino alla fine del libro e poi viene fuori con un debole ripensamento per chiudere il ciclo. Abbiamo anche sentito degli echi Dracula, La storia fondamentale di Polidori Il vampiro, Buffy l'ammazzavampiri, Twilighte persino un pizzico di Harry Potter. Il libro è un omaggio, non una parodia, ma c'è un profondo umorismo in agguato che riconosce il divertimento nei romanzi gotici, un tono stabilito dalla dedica (non lo daremo via, perché non ce lo aspettavamo, e ci ha fatto ridere per un minuto intero), che ci sembra particolarmente inglese, e nello stile dell'umorismo di Jane Austen. Solo perché Jane ha parodiato The Misteri di Udolpho e altri orribili romanzi in L'abbazia di Northanger non significa che non le piacessero i romanzi orribili. Come Henry Tilney, Jane probabilmente li lesse in due giorni, con i capelli ritti per tutto il tempo, e poi rise di se stessa per essersi innamorata; non avrebbe potuto scrivere una parodia così affettuosa in L'abbazia di Northanger altrimenti. Non fare errori: Signor Darcy, vampiro non è assolutamente il tipo di cosa che Jane Austen ha scritto, ma certamente è il tipo di cose che ha letto. A differenza dei recenti "mashup" austen / mostri, nulla è esagerato, non c'è tanta angolanza come ci si potrebbe aspettare, e non ci sono gross-out. Questa è una storia spaventosa ispirata ad Austen per Janeites, da una Janeite, fatta con affetto e consegnata con un'occhiolino britannica molto sottile e completamente adatta a un pubblico del 21 ° secolo. La nostra interiore Catherine Morland pensato che fosse estremamente divertente, e sa di non prenderlo troppo sul serio; Come l'eroina di un orribile romanzo appena rapito da tre cattivi nei grandi cappotti dei cavalieri, aspetta e goditi il viaggio. Prezzo di listino: £7.99 Editore: Sourcebooks, Inc (21 agosto 2009) ISBN-10: 140223998X ISBN-13: 978-1402239984
Margaret C. Sullivan è l'Editrix di AustenBlog e l'autrice di The Jane Austen Handbook: A Sensible Yet Elegant Guide to Her World. Ha letto il signor Darcy, Vampyre in due giorni, i capelli in piedi per tutto il tempo. Leggi un estratto del romanzo, Qui

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati