Classici del mondo di Oxford: persuasione

Un racconto del dolore e del pericolo dell'isolamento umano non del tutto superato, un libro moderno: Persuasione. Meglio conosciuta e in qualche modo fraintesa come una storia di tregua e recupero: gioia strappata da una discesa verso un'età, una malattia e una morte sempre crescenti. Ma davvero un libro di un revenant reso umano, di profondo dolore emotivo ed esaurimento. L'ultima ristampa di Oxford (2008) è un buon acquisto per il libro tipografico, una casa a metà strada tra i libri ricchi di strumenti (Nortons, Longmans, Broadviews) e quelli che accompagnano il testo con un'introduzione minima o dopo (Signet, Barnes & Noble). Include l'appendice, Austen e la Marina di Vivien Jones trovato nell'Oxford del 2008 Mansfield Park, dove Jones corregge e aggiunge informazioni ignorate nella rappresentazione idealizzata della marina di Austen; e anche l'avviso biografico di Henry Austen pubblicato per la prima volta nel 1817 con la doppia edizione postuma di L'abbazia di Northanger e Persuasione; e i capitoli cancellati o la prima versione di Austen di un finale per Persuasione. Presumo che molti lettori vedranno immediatamente l'uso di tale appendice e l'importanza della biografia di Henry (anche se breve e incredibilmente agiografica), ma forse potrebbero pensare che questi capitoli cancellati siano superflui per chiunque tranne che per lo studioso accademico di Austen. Non così. Contengono passaggi che suggeriscono come Austen avrebbe potuto lavorare al libro fino a tre volumi se fosse vissuta: per esempio, i Croft sembrano sapere che il loro fratello era stato fidanzato con Miss Anne Elliot e stanno lavorando per riunirli. Hanno il potenziale per alti drammi, scontri e commedie, e sia nella BBC del 1995 che nel 2007 Clerkenwell / WBGH Persuasioni, due scene forti leggermente diverse vengono create verso la fine dei film da questo primo finale: sia Nick Dear che Simon Burke hanno scelto di drammatizzare l'offerta traumatica agonizzante di Wentworth (per lui) di Kellynch Hall ad Anne supponendo che Anne stia per sposare Mr Elliot. Hanno autorità testuale per una Lady Russell che recita con un ghigno ostile arrogante che ricorda la sua reazione interiore (come registrato da Austen) quando le è stato detto che Wentworth si era fidanzato con Louisa Musgrove, solo qui è diretto a Wentworth e lo fa (ma solo momentaneamente) disperazione (la versione del 1995) o provano una rinnovata ripugnanza (la 2007), e Anne (nel 2007) prova un'ansia e un'angoscia intensa per l'incomprensione che Lady Russell sta alimentando. Quando nel 1980 Oxford ha rotto con la tradizione della stampa L'abbazia di Northanger con Persuasione, hanno riempito lo snello libro con i capitoli cancellati e nel 2004 hanno aggiunto l'avviso biografico di Henry. Si sarebbe potuto sperare che includessero l'importante libro di memorie di James Austen-Leigh del 1870/1 sulla vita di sua zia; ma ahimè, l'hanno pubblicato separatamente nel 2002 con i due diversi avvisi biografici di Henry Austen, Anna Lefroy Ricordi di zia Janee di Caroline Austen Mia zia Jane Austen: A Memoir, a cura di Kathryn Sutherland. Come si confronta questa edizione con altre dello stesso tipo, l'apparato completo e le edizioni minimali? L'introduzione di Deirdre Shauna Lynch mostra le ultime tendenze della critica di Austen nell'enfatizzare come l'intervallo di tempo del libro sia apertamente radicato in un tempo e in un luogo specifici, tra la cattura di Napoleone e la sua fuga, e nel leggerlo attraverso una lente storica; in linea con le altre Oxford, il femminismo è ora evitato, quindi (ironicamente) l'introduzione diventa più viva verso la fine quando si sposta per discutere del dibattito di Anne con Harville sui ruoli e sulla natura delle donne, ma rimane ancora in sordina. Come introduzione per la maggior parte dei lettori, il saggio di Gillian Beer nell'edizione rivale di metà strada, il 1998 Penguin (ristampato nel 2003) è molto migliore. È scritto in modo molto più accessibile, chiaro e semplice; sebbene breve, il suo saggio aggiunge una nuova intuizione che ha iniziato a influenzare le letture (e i film): il romanzo può essere considerato come una sorta di storia d'amore da sogno simile a un fantasma che si sofferma sulla vita silenziosa e intensamente ricca dell'eroina ignorata (un " isola solitaria ”); Beer loda l'efficace uso frequente della libertà di parola indiretta da parte di Austen come tentativo di creare questo mondo di soggettività tenuto sotto controllo; allo stesso tempo nota i segni del suo stato incompiuto. Dal momento che il testo è stato modificato di recente con un tentativo di rimanere più vicino all'ortografia e alla punteggiatura di Austen, l'avrei consigliato a Oxford, ma che manca dei capitoli cancellati e della nota biografica, e quindi rappresenta un triste allontanamento 1966 edizione Penguin di Persuasione di DW Harding, che ha reso prontamente disponibile per un prezzo economico per la prima volta nel secolo il trasformativo Memoir of Austen del 1870/1 di James Austen-Leigh, insieme al penultimo capitolo cancellato (ma per l'ultimo paragrafo il secondo capitolo cancellato è quasi esattamente quello del capitolo finale del libro come attualmente pubblicato), e un lungo e eccellente saggio di lui sul romanzo e il libro di memorie. Tra le edizioni minimaliste, il Sigillo con l'introduzione di Margaret Drabble è ancora un altro saggio perspicace e chiaramente scritto, e se il lettore non è persuaso (gioco di parole) che i capitoli cancellati, la biografia e altri pezzi critici siano utili, c'è un argomento che L'edizione di Drabble (come nel caso delle sue introduzioni al Ragione e sentimento, Mansfield Park, Emma e L'abbazia di Northanger Signets) è la migliore edizione di lettura di Persuasione per il lettore medio. Modifica in modo sensato (basato su Chapman) e nella sua introduzione discerne in Persuasione una nuova prospettiva progressista nell'inclusione nel libro di persone più marginali, una nuova generosità di spirito verso i caduti e i feriti, una svolta notevole verso il radicamento dell'esperienza nelle forze naturali di tutti i tipi e in mondi sociali sempre più bassi. Sfortunatamente (come con le altre novità successive di questa serie), la successiva a Drabble's Persuasione, Il pezzo di Diana Johnson è imbarazzantemente ingenuo e spreca pagine: forse è stata istruita a fare appello a studenti universitari di composizione con una numerazione e una descrizione esplicite delle tecniche di Austen che presumono che Austen stesse scrivendo consapevolmente con un mercato come il nostro in mente. Quindi, se non condividi la visione politica di Drabble o la lettura del libro, Barnes and Noble 2003, altrettanto minimalista (ma comunque rispettabilmente modificato e incorniciato) Persuasione, introdotto da Susan Ostrow Weisser potrebbe quindi essere leggermente migliore per te di Drabble's. Al posto dell'affermazione aperta in seguito offerta negli ultimi Signets, e come gli altri testi di Barnes and Noble's Austen che ho recensito, c'è una nota completa sugli adattamenti cinematografici e una selezione di commenti insoliti del XIX secolo poco conosciuti. Ho particolarmente apprezzato l'estratto di Sir Francis Hastings Doyle, che mi ha insegnato da dove proveniva una fantastica elaborazione delle voci sulla storia d'amore al mare di Austen: si dice che il signor Austen e le sue figlie abbiano viaggiato per la Svizzera e abbiano ricevuto la notizia della febbre cerebrale del suo amante in viaggio per Chamouni (simile ad alcuni dei libri e film recenti su Austen e Tom Lefroy). E la franchezza senza vergogna degli altri: "Attraverso [Persuasione] ha un ceppo di pathos inaudito nei suoi predecessori "(da Scribner’s Magazine, 1891). Weisser fornisce un resoconto veramente non realizzato e persuasivo della vita di Austen; e ti offre una panoramica del libro che è sensata, leggibile, apertamente umanista e centrata sulla donna. E anche l'illustrazione di copertina è allettante. C'è una tradizione nelle illustrazioni di copertina per Persuasione: scene pittoresche di Bath o di una giovane donna grave dall'aspetto semplice. Da qui l'immagine che ha adornato il Sigillo verde del 1964 (introduzione Margaret Drabble), la prima versione di Persuasione Ho mai letto e l'ho amato teneramente. La scelta di Amanda Root e Sally Hawkins per il ruolo principale nei due recenti adattamenti cinematografici segue questa storia dell'illustrazione. Questa tradizione per le copertine è seguita anche in due delle edizioni complete dell'apparato, entrambe eccellenti (e includono i capitoli cancellati chiamati da Galperin il "finale originale") e offrono scene pittoresche di Bath sulle loro copertine: Norton 1995 di Patricia Meyer Spacks critico e Longman del 2008 di William Galperin Persuasione, ad esempio, dal Longman: Sebbene (purtroppo) breve, l'introduzione di Spacks ci concentra nettamente sull'interiorità del libro e (somigliando Mansfield Park in questo testo sociologicamente dettagliato e mappato; sceglie un'eccellente serie di saggi; La descrizione del paesaggio, finemente discriminata, di Walton Litz nel romanzo; Il racconto di Robert Hopkins della sua modernità (il suo senso del caso, del tempo) e di come inverte una serie di atteggiamenti trovati nei primi romanzi di Austen (sul primo amore per esempio); Mary Astell sembra riassumere molto di ciò che è stato detto in vari modi; Claudia Johnson difende e, cosa più interessante, Cheryl Ann Weissman scrive degli schemi sfuggenti del libro, dell'eroina approfondita e misteriosa e dell'atmosfera da favola stregata. Longman di Galperin Persuasione fa una buona scelta di materiali contemporanei e ribadisce il suo punto di vista (forse provocatoriamente sorprendente e non proprio persuasivo in una breve e molto più chiara (del suo libro) introduzione ai Longman. Egli fa il suo caso più nella sua scelta di materiali secondari. Invece della solita ristampa delle lettere di Austen a Fanny Knight su chi sposare e l'importanza dell'amore, ristampa le lettere di Austen durante il periodo difficile della scelta di un posto dove vivere a Bath, e i pochi verso la fine del suo tempo lì che registra la sua antipatia e l'unica lettera di Lyme. C'è anche una lunga sezione di recensioni. Se non altro, la sua scelta di illustrazioni rende desiderabile il suo libro. Rende visibile al lettore la realtà dei luoghi descritti da Austen. Ad esempio, ristampa una stampa contemporanea di Lyme: Infine, un terzo: l'edizione Broadview di Linda Bree. Si rompe dalle tradizionali copertine per mostrarci il porto di Montreal, 1875 circa, una fotografia di William Notman. La sua lunga introduzione inizia con alcuni presupposti centrali non dimostrati (Persuasione è il titolo che Austen avrebbe scelto; è essenzialmente un libro finito); tuttavia, la sua analisi del testo esistente è così sensibile e perspicosa che fornisce molti suggerimenti su ciò che avrebbe potuto essere elaborato dal testo che abbiamo: ad esempio, la vita di Anna "imprigionata nel muro della solitudine e del silenzio" è spezzata in modo insolito dal signor Elliot e quindi è fortemente attratta da lui; in un libro più lungo, potrebbe aver passato del tempo a considerare seriamente il suo corteggiamento di lei - e quasi fatto un errore comune, ma non una delle eroine era permesso prima di questo libro. Non è che ora le manchi "opinioni ferme" ma che le manchi lo "status e il potere" di Kellynch per dare loro "l'autorità che meritano" (pp. 25-27). I materiali secondari di Bree includono un registro annuale degli eventi navali e militari al momento del libro, ed estratti dalle poesie discusse nel romanzo. Le edizioni di Persuasione assomigliano a quelli di Orgoglio e pregiudizio; anche se molto meno (perché da nessuna parte vicino al best-seller), sono fondamentalmente libri realizzati da persone profondamente comprensive e rispettose del romanzo, pronte a cercare di renderle disponibili per tutti i tipi di lettori. Diverso Mansfield Park E Emma, non ci sono controversie centrali o linee di faglia su come capire il libro. Molti lettori che amano l'amore austen Persuasione. Io stesso possiedo 11 edizioni del romanzo, e una versione in francese e una in italiano, più un'edizione separata (Chapman's) dei capitoli annullati. Un tempo era il mio preferito dei romanzi di Austen, nonostante i suoi evidenti difetti. Ora sono (come austen stessa) un po 'infastidito dalla quasi perfezione dell'eroina (che a mio parere la fa sottomettere e convalidare ciò che non dovrebbe, ciò che l'ha quasi distrutta), e mi chiedo se questa armonia sia il risultato del suo stato relativamente incompiuto; non aveva il tempo per la sua solita esibizione graduale che (sono d'accordo con Virginia Woolf e molti altri da qui) avrebbe potuto produrre ancora una volta un libro sia inquieto che alla fine confortante. Rrp: £4.99 Brossura: 304 pagine Editore: OUP Oxford; New Ed. / edizione (17 aprile 2008) ISBN-10: 0199535558 ISBN-13: 978-0199535552 Ellen Moody, docente di inglese alla George Mason University, ha compilato i calendari più accurati per il lavoro di Jane Austen, fino ad oggi. Ha creato timeline per ciascuno dei sei romanzi e dei tre frammenti di romanzo incompiuti. Attualmente sta lavorando a un libro, The Austen Movies. Visitala Sito web per ulteriori articoli relativi ad Austen.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati