Torte di Banbury

Molti prodotti alimentari prendono il nome dal luogo di nascita, come Bath Buns o Yorkshire Pudding. Banbury era una città mercato che ha anche dato il nome alla frase "Una storia di Banbury di un gallo e un toro". Reso famoso nei circoli Regency da Georgette Heyer, risale almeno al 1600 ed è menzionato nel 1811 Dizionario della lingua volgare di Francis Gros. Il suo significato più comune è "Una storia o un racconto inverosimile e fantasioso di dubbia validità". A volte è anche abbreviato in" un racconto di Banbury "o semplicemente" un Banbury "e molto spesso" una storia di gallo e toro ". Una torta Banbury è una torta di pasta piatta speziata, ripiena di ribes, simile a una torta Eccles, sebbene abbia una forma più ovale. Una volta prodotte e vendute esclusivamente a Banbury, in Inghilterra, le torte di Banbury sono state preparate nella regione secondo ricette segrete dal 1586 o prima e vi sono ancora oggi, anche se non in tale quantità. inviati fino in Australia, India e America. banbury Le torte di Banbury furono realizzate per la prima volta da Edward Welchman, il cui negozio si trovava in Parsons Street. Le ricette documentate furono pubblicate da Gervase Markham e altri durante il XVII secolo. Queste ricette generalmente differiscono in gran parte dall'idea moderna di una torta Banbury, in termini di dimensioni, natura della pasticceria e come è fatta la torta. Alla fine del XIX secolo, le famigerate sale di ristoro della stazione ferroviaria di Swindon vendevano "torte di Banbury e pasticci di maiale (ovviamente stantio)". Un disegno della pasticceria originale da "A History of Banbury". Oltre al ribes, il ripieno include in genere buccia mista, zucchero di canna, acqua di rose, rum e noce moscata. Le torte di Banbury erano tradizionalmente gustate con il tè pomeridiano. Secondo La storia di Banbury di Alfred Beesley (1841),
"Se la fama di Banbury Il formaggio è quasi scomparso, quello di Torte di Banbury, registrato dai giorni di Filemone Olanda e Ben Jonson (nel 1608 e nel 1614), è continuato fino ai giorni nostri. Il signor Samuel Beesley, titolare della pasticceria che nel secolo scorso era condotta dalla famiglia White,8'vendette, nel 1840, non meno di 139.500 ...

È probabile che il file Torte di Banbury dei giorni nostri sono fatti più o meno come quelli del tempo di Holland e Ben J on son. L'attuale signor Dumbleton (che nacque nel 1765) ricorda questo tipo di torte come considerato una produzione antiquata nei giorni della sua giovinezza; e afferma che suo padre, nato nell'anno 1700, ne parlava allo stesso modo. L'importazione in questo paese di quei piccoli uva quali sono i "ribes" del commercio e che vengono utilizzati nella fabbricazione di Bandireseppellire Torte, era molto prima di questo periodo. Ben Jonson (nel suo "Bartholomew Fair **) scrive di Banbury Puritano, fornaio e pasticcere, per aver "disfatto un droghiere qui, dentro Mercato di Newgate, quello ha rotto con lui, si è fidato di lui con l'uva passa, uno zelo forte come lui. "

Il torte sono di una figura ovale, ma piuttosto a forma di diamante: l'esterno è formato da pasta ricca, e l'interno è costituito da frutta, ecc, simile al contenuto di una torta di carne macinata.

Questa ricetta del 1615 di Gervase Markham'sLo sposo inglese, contenente le virtù interiori ed esteriori che dovrebbero essere in una donna completa è probabilmente abbastanza vicino alla ricetta originale. Per una versione moderna, però, prova quella di Dan Lepard "Torte giacobine Banbury". Elena Greene offre una versione più moderna (1825) sul suo blog, Reggenze rischiose.

 ricetta

Informazioni storiche da Wikipedia.com