Orrori gotici: La Regency Vampyre

MDVwhiborder2 Il genere "moderno" di vampiri (o VampryreSe vuoi, proviene dal romanzo di James Polidori. Il VampyreTuttavia, la mania gotica di tutta l'era di Regency ha portato a questa stampa, e di fatto, gli eventi reali in Europa hanno portato al fascino di tutte le cose misteriose e orribili, come caratterizzano nel romanzo di Jane Austen, Northanger Abbey...Non dovrebbe essere una sorpresa, allora, che l'Abbazia di Northanger finalmente è stata riscritta come un vero romanzo di ispirazione da vampiro (vedi Val McDermid's Northanger Abbey2014).Gli scrittori stanno cercando di schiacciare i due generi da anni, a cominciare da Stephanie Meyer's Twilight (presumibilmente un cenno a Orgoglio e pregiudizioe di Amanda Grange Sig. Darcy, Vampryrea Jane Bites Backe altre storie simili.Secondo la leggenda, i vampiri sono esseri mitici che sopravvivono nutrendosi dell'essenza della vita (generalmente sotto forma di sangue) di creature viventi (non diversamente dal generale Tilney, si potrebbe supporre...) Nei racconti folcloristici, vampiri non morti spesso visitati cari e hanno causato malizia o morti nei quartieri in cui vivevano quando erano vivi.Indossavano sudari e venivano spesso descritti come gonfi e di volto roseo o scuro, nettamente diversi dal vampiro pallido, che risale all'inizio dell'800. Sebbene le entità vampiriche siano state registrate nella maggior parte delle culture, il termine Vampiro Non fu popolare fino all’inizio del XVIII secolo, dopo un afflusso di superstizione vampiro nell’Europa occidentale da zone in cui erano frequenti le leggende sui vampiri, come i Balcani e l’Europa orientale, sebbene le varianti locali fossero note anche con nomi diversi, come ad esempio vrykolkakas in Grecia e strigoi in Romania.Questo crescente livello di superstizione dei vampiri in Europa ha portato a quello che si può solo chiamare isteria di massa e in alcuni casi ha portato a che i cadaveri sono stati effettivamente investiti e persone accusate di vampirismo. Frotspeer alla &quot di Polidori; The Vampyre". Il vampiro carismatico e sofisticato della fiction moderna è nato a 1819 con la pubblicazione di Il Vampyre di John Polidori; la storia è stata di grande successo e probabilmente la più influente opera di vampiri dell'inizio del XIX secolo.Tuttavia, è il romanzo 1897 di Bram Stoker Dracula che viene ricordato come il quintessente romanzo di vampiro e fornito la base della moderna leggenda dei vampiri.Il successo di questo libro ha generato un particolare genere di vampiri, ancora popolare nel XXI secolo, con libri, film e programmi televisivi.Da allora il vampiro è diventato una figura dominante nel genere horror. La Oxford English Dictionary data il primo aspetto della parola inglese Vampiro (come vampire) in inglese da 1734, in un viaggio intitolato d Viaggi di tre gentiluomini inglesi pubblicato in L'Harleian Misellany in 1745.Un esempio ancora precedente si trova nel riepilogo del famoso caso di Arnold Paole e Petar Blagojevich in Serbia, dove il London Journal of March 11, 1732, descrive vampire In Ungheria (in realtà la Serbia settentrionale sotto il dominio austriaco diretto) come succhiare il sangue dellaVampiri vivi.era già stato discusso in letteratura francese e tedesca.Dopo che l'Austria ha ottenuto il controllo della Serbia settentrionale e dell'Oltenia con il trattato di Passarowitz in 1718, i funzionari hanno notato la pratica locale di riesumare corpi e "uccidere vampiri".Queste relazioni, preparate tra 1725 e 1732, sono state diffuse. Le_Vampire Il termine inglese è stato derivato (possibilmente attraverso il francese vampire) dal tedesco Vampiria sua volta derivata all'inizio del XVIII secolo dal serbo ва⩜пир;vampire, quando Arnold Paole, un presunto vampiro in Serbia, fu descritto durante il periodo in cui la Serbia settentrionale faceva parte dell'Impero austriaco. I vampiri hanno origine nel folklore ampiamente riportato dall'Europa orientale tra la fine del XVII e il XVIII secolo. Questi racconti formarono la base della leggenda dei vampiri che in seguito entrò in Germania e in Inghilterra, dove furono successivamente abbelliti e resi popolari. Una delle prime registrazioni dell'attività dei vampiri risale alla regione dell'Istria, nella Croazia moderna, nel 1672: rapporti locali citano il vampiro locale Jure Grando del villaggio di Khring vicino a Tinjan come causa del panico tra gli abitanti del villaggio. Ex contadino, Jure morì nel 1656; tuttavia, gli abitanti dei villaggi locali hanno affermato che era tornato dalla morte e ha iniziato a bere sangue dalla gente e molestare la sua vedova. Il capo del villaggio ha ordinato che un palo gli venisse infilato nel cuore, ma quando il metodo non è riuscito a ucciderlo, è stato successivamente decapitato con risultati migliori. Quello era il primo caso nella storia in cui una persona reale era stata descritta come un vampiro. Durante il XVIII secolo, ci fu una frenesia di avvistamenti di vampiri nell'Europa orientale, con frequenti picchettamenti e scavi di tombe per identificare e uccidere i potenziali revenant; persino funzionari governativi si occupavano della caccia e del picchettamento dei vampiri. Nonostante fosse chiamata l'Età dell'Illuminismo, durante la quale la maggior parte delle leggende folcloristiche furono sedate, la credenza nei vampiri aumentò drammaticamente, provocando un'isteria di massa in gran parte dell'Europa. Il panico iniziò con uno scoppio di presunti attacchi di vampiri nella Prussia orientale nel 1721 e nella monarchia asburgica dal 1725 al 1734, che si diffusero in altre località. Due famosi casi di vampiri, il primo ad essere ufficialmente registrato, hanno coinvolto i cadaveri di Petar Blagojevich e Arnold Paole dalla Serbia. Secondo quanto riferito, Blagojevich sarebbe morto all'età di 62 anni, ma sarebbe tornato dopo la sua morte chiedendo cibo a suo figlio. Quando il figlio ha rifiutato, è stato trovato morto il giorno successivo. Blagojevich presumibilmente è tornato e ha attaccato alcuni vicini morti per perdita di sangue. Nel secondo caso, Paole, un ex soldato diventato contadino che sarebbe stato attaccato da un vampiro anni prima, è morto mentre stava fienando. Dopo la sua morte, le persone iniziarono a morire nei dintorni ed era opinione diffusa che Paole fosse tornato a depredare i vicini. Un'altra famosa leggenda serba che coinvolge i vampiri si concentra attorno a un certo Sava Savanović che vive in un mulino ad acqua e uccide e beve sangue dai mugnai. I due incidenti sono stati ben documentati: funzionari governativi hanno esaminato i corpi, scritto rapporti di casi e pubblicato libri in tutta Europa. L'isteria, comunemente indicata come la "controversia sui vampiri del XVIII secolo", ha imperversato per una generazione. Il problema è stato aggravato dalle epidemie rurali dei cosiddetti attacchi di vampiri, indubbiamente causati dalla maggiore quantità di superstizione che era presente nelle comunità dei villaggi, con la gente del posto che scavava cadaveri e in alcuni casi li picchettava. Sebbene molti studiosi riferissero durante questo periodo che i vampiri non esistessero, e attribuissero rapporti a sepoltura prematura o rabbia, la credenza superstiziosa aumentò. Dom Augustine Calmet, un teologo e studioso francese molto rispettato, mise insieme un trattato completo nel 1746, che era ambiguo riguardo all'esistenza dei vampiri. Calmet ha accumulato segnalazioni di incidenti di vampiri; numerosi lettori, tra cui sia un critico Voltaire che demonologi solidali, hanno interpretato il trattato come affermando che i vampiri esistessero. Nel suo Dizionario filosofico, Voltaire ha scritto:
Questi vampiri erano cadaveri, che uscivano dalle tombe di notte per succhiare il sangue dei vivi, alla gola o allo stomaco, dopodiché tornavano ai loro cimiteri. Le persone così succhiate svanirono, impallidirono e caddero nel consumo; mentre i cadaveri che succhiavano ingrassavano, diventavano rosei e godevano di un ottimo appetito. È stato in Polonia, Ungheria, Slesia, Moravia, Austria e Lorena che i morti hanno fatto questo buon umore.
La controversia cessò solo quando l'imperatrice Maria Teresa d'Austria (madre di Maria Antonietta) inviò il suo medico personale, Gerard van Swieten, per indagare sulle affermazioni delle entità vampiriche. Concluse che i vampiri non esistevano e l'Imperatrice approvò leggi che proibivano l'apertura di tombe e la profanazione dei corpi, suonando la fine delle epidemie di vampiri. Nonostante questa condanna, il vampiro sopravvisse nelle opere artistiche e nella superstizione locale. L'imperatrice in 1759, di Martin van Meytens. Il vampiro è ormai un appuntamento fisso nella narrativa popolare. Tale narrativa iniziò con la poesia del XVIII secolo e continuò con racconti del XIX secolo, il primo e più influente dei quali fu quello di John Polidori Il vampiro (1819), con il vampiro Lord Ruthven. Le imprese di Lord Ruthven sono state ulteriormente esplorate in una serie di spettacoli sui vampiri in cui era l'antieroe. Il tema dei vampiri è continuato in pubblicazioni seriali spaventose come Varney il vampiro (1847) e culminò nel preminente romanzo sui vampiri di tutti i tempi: Dracula di Bram Stoker, pubblicato nel 1897. Nel corso del tempo, alcuni attributi ora considerati integrali furono incorporati nel profilo del vampiro: zanne e vulnerabilità alla luce solare apparvero nel corso del XIX secolo, con Varney il Vampiro e il conte Dracula entrambi con denti sporgenti, e di Murnau Nosferatu (1922) temendo la luce del giorno. Il mantello è apparso nelle produzioni teatrali degli anni '20, con un collo alto introdotto dal drammaturgo Hamilton Deane per aiutare Dracula a "svanire" sul palco. Lord Ruthven e Varney furono in grado di essere guariti dalla luce della luna, anche se nessun resoconto di questo è noto nel folklore tradizionale. Implicita sebbene non spesso esplicitamente documentata nel folklore, l'immortalità è un attributo che caratterizza fortemente i film e la letteratura sui vampiri. Si fa molto del prezzo della vita eterna, vale a dire del bisogno incessante di sangue di ex pari. Il vampiro o revenant è apparso per la prima volta in poesie come Il vampiro (1748) di Heinrich August Ossenfelder, Lenore (1773) di Gottfried August Bürger, Die Braut von Corinth La sposa di Corinto (1797) di Johann Wolfgang von Goethe, Robert Southey's Thalaba il distruttore (1801), John Stagg's "Il vampiro " (1810), Percy Bysshe Shelley "The Spectral Horseman " (1810) ("Né un vampiro urlante che puzza di sangue") e "Ballad" in St. Irvyne (1811) su un cadavere rianimato, la sorella Rosa, incompiuto di Samuel Taylor Coleridge Christabel e Lord Byron's Il Giaour.Byron è stato anche accreditato del primo pezzo di narrativa in prosa riguardante i vampiri: Il vampiro (1819). Tuttavia questo è stato in realtà scritto dal medico personale di Byron, John Polidori, che ha adattato un enigmatico racconto frammentario del suo illustre paziente, "Fragment of a Novel" (1819), noto anche come "The Burial: A Fragment". La personalità dominante di Byron. , mediata dalla sua amante Lady Caroline Lamb nel suo poco lusinghiero roman-a-clef, Glenarvon (una fantasia gotica basata sulla vita selvaggia di Byron), è stata usata come modello per il protagonista non morto di Polidori Lord Ruthven. Il vampiro ebbe molto successo e fu l'opera sui vampiri più influente dell'inizio del XIX secolo.

7 commentare

Amoxicillin[/url] Amoxicillin 500mg ejr.iqyl.janeausten.co.uk.srq.er http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/
imutayonad febbraio 09, 2021
500mg Capsules[/url] Amoxicillin 500 Mg lnl.ddho.janeausten.co.uk.vck.qk http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/
ivihouse febbraio 09, 2021
500 Mg[/url] Amoxicillin No Prescription osc.ftsp.janeausten.co.uk.cxc.fg http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/
iazokegupu febbraio 09, 2021

] Amoxicillin vrb.xrur.janeausten.co.uk.ric.tw http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/

egiqahov febbraio 09, 2021
500mg Capsules[/url] Amoxicillin 500mg Capsules uft.oqpp.janeausten.co.uk.ngd.ow http://mewkid.net/when-is-xuxlya3/
onupecucu febbraio 09, 2021
500mg[/url] Buy Amoxicillin wib.mymk.janeausten.co.uk.eua.me http://mewkid.net/when-is-xuxlya2/
iporixitibux novembre 17, 2020
Online[/url] Amoxil Dose For 55 Pounds wbd.ddnq.janeausten.co.uk.nwd.ty http://mewkid.net/when-is-xuxlya2/
eliqadina novembre 17, 2020

Lascia un commento