Maggio a Regency Bath

Ora siamo abbastanza in primavera - l'unico bel momento di ring-a-ding, come disse Shakespeare, o come disse Jane Austen- Lascia che altre penne si soffermino sulla colpa e sulla miseria. Questo mese, giriamo insieme a Catherine Morland attraverso i piaceri regolari di una giornata a Bath. Potrebbe benissimo essere un progresso più naturale che eroico, più affannoso che elegante - ma a tutti i costi, mia carissima creatura, evitiamo di essere colpiti o insipidi! È una giornata ampia e luminosa. L'orologio di Pump Room dice che è appena passata l'una e il tempo è fresco e mutevole come la giovinezza stessa. Fuori, sulla parete ovest dell'Abbazia, gli angeli di pietra salgono e cadono sulle loro scale, mentre gli angeli in carne e ossa si arrampicano e cadono l'uno rispetto all'altro nel mondo delle amicizie sottostante. Isabella Thorpe stava aspettando almeno queste dieci età - in altre parole, circa cinque minuti - quando la nostra eroina, tutta entusiasta e animazione, si precipita per incontrare la sua amica. Gli studi del mattino sono stati letterari: uno schema di lettura sistematico, fornito da Miss Thorpe, per coprire dieci o dodici romanzi mostruosi. "Oh, mia cara Isabella, non dirmi cosa c'è dietro il velo nero! Sono sicura che sia lo scheletro di Laurentina!". Non ha bisogno di preoccuparsi, perché la sua cara Isabella è ansiosa di parlare di "I misteri di Udolpho"per il libro della vita, o almeno il libro dei visitatori nella Pump Room, che è solo una copertina per la sua astuta lettura di certi giovani odiosi. L'hanno osservata questa mezz'ora e l'hanno messa fuori Ah! Ora hanno appena lasciato il Pump Room e possono essere visti spavalderare attraverso l'affollato Abbey Churchyard in un modo assolutamente insopportabile. L'unico modo per insegnare loro una lezione, dice alla sua cara Catherine, può essere quello di mostrarglielo supremo. indifferenza - affrettandosi direttamente dietro di loro. E così le due signorine, con i loro abiti di mussola bianca e i nastri arancioni dei cappellini che sventolano al vento, si fanno strada nella folla di mezzogiorno fino all'arco che dal cimitero conduce all'Union Passage. Si stanno muovendo con la folla nella direzione generale verso l'alto di Milsom Street, verso gli edifici di Edgar, gli alloggi delle signore di Thorpe. Isabella unisce le braccia alla sua amica, ma segue ancora con il suo sguardo vagabondo le spalle dei due giovani fannulloni, molto più avanti. Continua a sbuffare. Sua carissimo Catherine deve vederla dolce cappello nuovo o è lei dolcissimo Catherine deve semplicemente vedere quella di Isabella caro cappello nuovo? Sorprendentemente più cara - sicuramente più costosa - e più dolce del nuovo cappello di sua madre, il che la fa sembrare un vero quiz! Ebbene, la mamma sembra una vecchia strega, ma lei e le sue sorelle non sarebbero, per niente al mondo, le prime a dirglielo. Il codice è chiaro, allora come adesso. Tra le donne, quando gli acquisti sono stati effettuati, devono essere visualizzati e deve essere richiesta l'opinione di un amico. Inutile dirlo a Isabella, oa qualsiasi altra fashion victim la donna sta bene per la propria soddisfazione solo. E Bath, in particolare Milsom Street, ha una moltitudine di negozi alla moda. Perché, qui uno può uscire di casa e ottenere una cosa in cinque minuti. È un allettante miglio quadrato per chi ha fondi limitati in una piccola borsa netta. Ma prima, l'ardente acquirente deve negoziare il traffico di Cheap Street, un'arteria così impertinente una natura, che nell'attraversarla si gioca con la vita stessa. E qui, disegnando su un brutto marciapiede con tutta la veemenza che potrebbe mettere in pericolo la vita di se stesso, del suo compagno e cavallo, arriva il fratello di Isabella, John, in uno di questi odiosi concerti! Sedile, baule, custodia per spada, paraspruzzi, lampade, modanatura in argento tutto completo. Ecco che arriva il foro, parlando all'infinito, senza sosta, di tutte le imprese e le caratteristiche intelligenti della sua miserabile attrezzatura. Anche Caterina, così pronta ad essere soddisfatta del mondo e di tutto ciò, inizia a dubitare entro la fine della seconda frase se è completamente gradevole. Invano cerca di ricordare a se stessa che a un gentiluomo, un concerto è un bel punto come il dibattito tra il maculato e il mussola tamburello. Ma mentre le giovani donne sono sottoposti, forte e spesso, a tutti le asserzioni inattive e falsità impudente di vanità in eccesso, quale uomo parlerà volentieri di mussola tra le signore?   Che uomo, davvero! Le conversazioni della danza felice di Caterina negli ultimi giorni indugiano ancora nella sua memoria. "Capisce le mussola signore? Devi essere un grande conforto per tua sorella". Oh, dov'è l'ammaliante mr Tilney in questo bel giorno di maggio? Ma la nostra Catherine, nonostante la sua dieta di lettura, ha troppo buon senso per pinetare per un giovane che potrebbe non vedere mai più, specialmente quando il presente è così pieno di persone e trambusto.

"Santo cielo, 'tis James!" piange, salutare suo fratello con il più livrea Piacere, mentre salta giù dal sedile del passeggero del concerto di Thorpe. Presto il quartetto sta progettando una gita al Castello di Blaize ",il miglior vecchio castello del regno" - bene, per i giovani, tutto ciò che ha più di trent'anni è antico- "vale la pena andare 50 miglia per vedere". Niente rovina i cavalli tanto quanto il riposo, come dice John Thorpe, quindi non sprechiamo un minuto di un prezioso giorno di sei settimane di soggiorno a Bath.

Una vivace passeggiata su Milsom Street ci porterà oltre la pasticceria di Mollands, e poi trionferà nelle Sale delle Assemblea in cima alla città. Stasera ci sarà un Cotillion Ball fino a mezzanotte passata, e Catherine ballerà sulla sua sedia da berlina fino a casa.

Oh, chi può mai essere stanco di Bath? Per fare eco all'osservazione del dottor Johnson su Londra: "Lei che è stanca di Bath è stanca della vita". Sue Le Blond è insegnante dal 1973. Ama insegnare e ama enthusing su JA e la letteratura in generale. Mentre ora lavora qualche giorno alla settimana al Jane Austen Centre, trascorre il resto della settimana al Chippenham College insegnando inglese. Attualmente sta studiando scrittura creativa per scopi terapeutici presso l'Università di Bristol. Sue vive a Bradford-on-Avon con suo marito, due figli adolescenti e adorabili gatti. Sue è sempre felice di ricevere E-mail feedback e commenti. Ti è piaciuto questo articolo? Visita il nostro negozio di articoli da regalo e fuggire nel mondo di Jane Austen.