Moda per i giardini di Kensington

Ti stai preparando per i divertimenti dell'estate? Non guardare oltre La Belle Assemmblée (o Bell's Court and Fashionable Magazine Addressed Particularly to the Ladies) prodotta da John Bell dal 1806 fino al suo ritiro nel 1821 e da G. & W. Whittaker & Co. dal 1823 al 1829. La Belle Assemblée è ora meglio conosciuta per i suoi piatti di moda degli stili dell'era Regency, ma fino al 1820 ha anche pubblicato poesie e narrativa originali, articoli di saggistica su politica e scienza, recensioni di libri e teatro e romanzi serializzati, tra cui Oakwood Hall di Catherine Hutton. Altri importanti collaboratori di La Belle Assemblée includono Mary Shelley. Anche i contributi dei lettori sono stati incoraggiati e pubblicati. Mentre ogni numero di La Belle Assemblée conteneva tipicamente cinque tavole, una raffigurante un membro della corte o una società alla moda, due raffiguranti le ultime mode e altre due che fornivano spartiti e un cartamodello, la rivista non era dominata dalle frivolezze di vestito alla moda. In effetti, Bell ha separato la parte del lavoro che trattava le mode del mese dal resto della pubblicazione. Si potrebbe (almeno inizialmente) acquistare separatamente una delle due divisioni del lavoro; il primo costituito dalla maggior parte della stampa tipografica, insieme a due dei piatti, il secondo ('La Belle Assemblée') costituito dai modelli di moda e dal cartamodello, insieme, di solito, con quattro pagine che descrivono i piatti e discutono dell'ultima Londra e la moda parigina Le seguenti "Fashions for August, 1807" offrono uno sguardo dall'interno all'abbigliamento alla moda dell'élite londinese mentre viaggiano da Kensington Garden a Vauxhall, all'Opera e oltre. , sebbene in alcuni punti, il tipo era gravemente deteriorato e illeggibile. Spiegazione delle stampe di moda: costume inglese

Abiti da giardino Kensington

No. I. - Un semplice abito rotondo di cambric, un pezzo da passeggio. Spencer romano di sarsnet celeste blu, con lapples Vandyke e colletto cadente; finito con lo stesso giro sul fondo della vita, e che scorre aperto davanti al seno. Cappello da villaggio di chip imperiale, con corona ad alveare, confinato sotto il mento con nastro color dello spencer. Capelli tagliati, divisi al centro della fronte con riccioli pieni. Guanti e scarpe di capretto color limone. Ombrellone in rete color salmone. No. 2 - Abito a strascico rotondo di mussola indiana, con maniche corte, ornato sul fondo e maniche con un ricco bordo di ricamo. Tippet Promenade di pizzo di Bruxelles, rivestito di raso bianco. Cappello di scaglie bianche, o berretto fantasia di raso lilla, con velo di pizzo di Bruxelles. Capelli confinati in una treccia; sopra la tempia destra e formato in riccioli sciolti sul lato opposto. Orecchini a cerchio in oro. Guanti e pantofole di capretto lilla.

Abiti da passeggio a Londra

No. 3. - Una giacca e una sottoveste francesi di mussola indiana, rifinite all'estremo bordo in Vandyke e capi di ricamo. Semplice manica corta; tonaca petto, confinato ad ogni angolo del busto, dove la giacca cade in facile Lappels. Balza piena di rete francese intorno al collo e alle spalle. Berretto Brunswick di sarsnet pallido jopnquil, decorato con una ghirlanda di fiori simili. Capelli ondulati raccolti; orecchini a cerchio ovali; guanti yorltan; scarpe di jonquil kid; ombrellone di fiori di lavanda luminosi. No. 4- Un semplice abito rotondo del miglior cambrico, con petto incornato e maniche tagliate. Tiralampo con bordo scollo a conchiglia. Rosa pelice di Ja..non mussola, bordata tutt'intorno con ricamo e Vandyke. Un cappello zingaro di paglia satinata, con un bordo a-la legato [...] su tutta la corona, e sotto il mento con un fazzoletto di motivi, o sarsnet colorata. Seno dell'abito confinato con un fiocco di nastro per corrispondere. Guanti e scarpe di capretto color paglia. Parsol di Sarsnet verde sfumato.

Osservazioni generali sullo stile attuale della decorazione alla moda

Dopo aver dato, in progressione regolare, le nostre delineazioni e osservazioni sulle varie mode della stagione che passa, offriamo finalmente ai nostri numerosi lettori una chiusura di uguale animazione, attrazione e splendore. Non abbiamo quasi mai assistito a un periodo in cui gusto e moda erano più perfettamente all'unisono; né in nessuna stagione in cui l'eleganza e la grazia risplendevano di un fascino così impareggiabile. Non solo in mezzo alle assemblee del rango e dell'opulenza, ma in quei semplici ornamenti discreti appropriati alla stazione intermedia - in quelle abitudini caste che diventano tali da muoversi in una sfera più domestica, le nostre belle donne di campagna hanno esibito testimonianze del loro progresso nel gusto, e le grazie della vita. L'era è passata da un pezzo, quando le figlie della nostra isola si accontentavano di diventare copiste; e le donne di un regno vicino sono ora felici di aiutare le loro esaurite invenzioni, adottando le grazie corrette dello stile inglese. Quando, quindi, offriamo un campione di decorazioni parigine, è più al fine di rendere le nostre informazioni ampie, vario, e divertente, che dalla necessità di offrire alle donne britanniche prototipi per l'imitazione. Sebbene la metropoli stia gradualmente perdendo a causa dell'attrazione alla moda, l'Opera, Vauxhall e i nostri teatri estivi continuano ancora a esibire un affollato spettacolo di bellezza e moda. Il piacere tiene ancora la sua corte tra le sue mura; ei suoi devoti, sedotti dalle sue varie attrattive, sembrano riluttanti a lasciare il campo. Poca alterazione è visibile nel costume da esterno dalla nostra ultima comunicazione; ma a Vauxhall osserviamo una novità e una grazia di stile adeguata a quel luogo di accattivante resort. Le vesti fluenti e le vesti ombrose, gli ornamenti floreali e i veli azzurri, indossati dai nostri eleganti alla moda, cospirano per rendere questa scena brillante veramente arcadica. Le vesti e le vesti sono ora generalmente fatte rotonde e corte; i treni, anche in pieno abito, erano quasi del tutto esplosi. Confidiamo, tuttavia, che un rapido editto del trono del gusto introdurrà nuovamente questa graziosa appendice; poiché, per quanto comodo e appropriato (quale è certamente l'abito corto) al costume mattutino o da passeggio, l'effetto distintivo di un salotto viene distrutto da questa riduzione generale, e le nostre femmine senza dubbio private di molta dignità ed eleganza esteriore. Gli abiti di mussola colorata, o crespo italiano, con un bordo dipinto di conchiglie in Mosaico, indossati su sottovesti bianchi di sarsnet, sono un articolo nuovo ed elegante; e veli francesi di garza colorata, che formano insieme il copricapo e il drappeggio, sono considerati gli ornamenti più graziosi. Di solito sono indossati con un semplice abito bianco a rete o di mussola, con fiori o ghirlande davanti ai capelli, posizionati verso il lato sinistro, in modo da nascondere ordinatamente il sopracciglio. All'ultima disfatta della Duchessa di M --- abbiamo notato due abiti di grande attrazione. Quello intitolato "il mantello della Pomerania" era formato da una garza verde pisello, tagliata in un drappeggio a punta irregolare e rifinita con una frangia a ciuffo d'argento; era indossato sopra un sottoveste di raso Gossamer, che aveva uno stretto bordo di fiori di luppolo delicatamente dipinto sul fondo. I capelli in riccioli alternati e fasce erano ornati con gli stessi fiori, disposti con gusto. Un sandalo di raso bianco, allacciato con corda verde, allacciato con una nappina sopra la curva della caviglia. Il secondo vestito, che ci ha colpito come particolarmente attraente, è stato denominato "la veste cashmeriana". Questo vestito era formato da crape azzurro, con macchie alternate di lamina blu e argento, e ornato sul bordo estremo con frangia d'argento. Era indossato sopra un abito rotondo di raso bianco; era allacciato con una spilla di perle sulla spalla sinistra, e cadeva in una sorta di drappeggio romano intorno alla forma di fronte, scendendo gradualmente fino a comporre lo strascico, completando l'insieme tout più elegante che l'immaginazione potesse dipingere. Il Il copricapo, indossato con questo abito, consisteva in un piccolo mezzo quadrato di rete di vernice blu, lustrato e bordato d'argento. Era legato semplicemente sulla fronte, in stile cinese, oltre il quale i capelli apparivano in riccioli arruffati e ogni tanto cadevano sul fazzoletto. Le scarpe erano di raso blu, con rosette d'argento. Gli abiti da sera sono ancora indossati in alto sul petto e molto bassi sulla schiena e sulle spalle. Nessun fazzoletto è visto in pieno vestito; ma il fondo, le maniche e il collo sono frequentemente ornati con bordi di fiori naturali. Abiti da ballo di tiffany, crape o leno italiani, orlati con convolvolus, rose selvatiche, margherite, violette, ecc. & c. hanno dato in questa stagione un vivace colpo di stato alla sala da ballo. Infatti i fiori come ornamento non furono mai introdotti con un effetto più distintivo. Per i capelli, sono formati in ghirlande, diademi e piccoli mazzi; e ciascuno è posto molto in basso sulla fronte. I capelli non si vedono quasi più senza un ornamento di questo tipo, o il piccolo mezzo fazzoletto, che consiste in una rete di vernice, ricamata o lustrata. Quest'ultimo era l'ornamento distintivo di una bella sposa di rango, alla sua prima apparizione all'opera, dopo il suo matrimonio. È stato disposto nello stile cinese; ma sono ugualmente di moda posti nella parte posteriore della testa e portati sotto il mento, con diademi coltivati ​​di garofani davanti alla fronte. I bandeau d'oro larghi sono classificati in una selezione alla moda; ma il turbante ha da tempo abbandonato il suo posto, nella sfera del gusto e dell'eleganza. Quell'ornamento dignitoso e aggraziato, la gorgiera alata, alla Mary Queen of Scots, sembra interamente riservato a poche donne di rango e gusto, ed è forse più immediatamente appropriato a coloro che possono rivendicare il privilegio della singolarità. Il Vandyke, sebbene ancora molto diffuso, non è considerato così nuovo, o signorile, come il guscio o lo scollop a mezzaluna; e i tippet del lungomare, e le cuffie francesi, sono ora diventati assolutamente canaglia. Il cappello Gipsy, e la veste pelice, formano un elegante costume da mattina: i primi sono generalmente di scheggia con corone di seta, e i secondi di mussola bianca o colorata bordata di pizzo. Il mantello francese di sarsnet bianco, è molto generalmente stimato; anche questo articolo è rifinito con un ampio pizzo; ed è formato un po 'come i cappuccini indossati dalle femmine dell'antichità. I berretti sono considerati indispensabili nel costume mattutino. Questi sono variamente formati; ma il cappello di Anne Bullen, e la mafia di Brunswick, sono quelli in generale [...], entrambi per la loro novità, semplicità ed eleganza. Recentemente è stato introdotto un grande cofano, in stile woodland poke. Forma un'ombra completa per il viso; ed è particolarmente adatto a quelle signore che, nei prommenati pubblici, o in riva al mare, sarebbero altrimenti esposte ai raggi cocenti del sole estivo. Questi cofani, così evidenti per la pulizia discreta, sono formati al meglio da una leno chiaro, con la macchia di pisello in rilievo. Sono foderati di sarsnet colorata, gradevole al gusto dei diversi portatori; rifinito intorno al bordo e alla corona, con un pizzo Vandyke, e semplicemente confinato con un nastro sotto il mento. La giacca e le sottovesti francesi, di cambrico, bordate di perline di ricami, sono l'ultima novità per l'abbigliamento da mattina: la giacca è realizzata con collo quadrato e maniche lunghe; sagomato alla forma del braccio. A volte è tagliato con un petto rotondo; e indossato con una camicia ricamata. I ninnoli hanno subito pochi cambiamenti dalle nostre ultime informazioni. La collana, gli orecchini e le spille di zaffiri sono più distinguibili sulle femmine di gusto, ma le perle, i diamanti, gli smeraldi e l'unione di oro e capelli devono sempre essere classificati tra gli ornamenti più casti ed eleganti di questa linea. Guanti e scarpe ammettono poca varietà. La scarpetta per bambini per camminare; e il sandalo di raso, per il vestito pieno, sono generalmente adottati. I colori prevalenti per la stagione sono il rosa, il fiore di lavanda, il verde e il jonquille.
A partire dal La Belle Assemblee o, Bell's Court, 1807. Garside, P. D., J. E. Belanger, and S. A. Ragaz, authors, A. A. Mandal, designer. "La Belle Assemblée, o Bell's Court and Fashionable Magazine". British Fiction 1800–1829: Un database di produzione, circolazione e ricezione. Centro di ricerca editoriale e intertestuale dell'Università di Cardiff. "Belle Assemblée". Science in the 19th Century Periodical: An Electronic Index. Ti piace questo articolo? Quindi visita il nostro negozio di articoli da regalo e fuga nel mondo di Jane Austen.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati