Cara Jane Austen: A Heroine’s Guide to Life and Love

Cara Jane Austen: A Heroine’s Guide to Life and Love

Quando noi rivisto Jane Austen's Guide to Dating tempo fa, abbiamo osservato che leggere i consigli in esso contenuti era come ricevere una lettera piena di buoni consigli da zia Jane. In Cara Jane Austen: A Heroine’s Guide to Life and Love, Patrice Hannon è andata meglio e ha fornito esattamente questo: una serie di lettere nella voce di Jane Austen, piene di buon senso e ammonizioni tonificanti, non solo su questioni romantiche, ma che abbracciano altri aspetti della vita su cui le donne moderne potrebbero aver bisogno di consigli, dal alla moda alle relazioni familiari, illustrando i consigli con esempi tratti dai suoi romanzi. Nelle mani sbagliate, un simile tentativo potrebbe trasformarsi in un disgustoso twee, ma il dottor Hannon ha una sicura comprensione del tono e dell'argomento. Un professore universitario che ha "insegnato i romanzi di Jane Austen a centinaia di studenti" secondo la sua biografia, la dottoressa Hannon conosce la sua Austen e applica appropriatamente i romanzi alla situazione di ogni richiedente consiglio, rafforzando ogni "lezione" con un aforisma ( "Jane Austen dice: un'eroina ha bisogno di buoni amici tanto quanto ha bisogno di un eroe"). Dal momento che le moderne "eroine in addestramento" scrivono le lettere a Jane Austen, lei ha il vantaggio di una visione di 200 anni della situazione. Sebbene sia fisicamente collocata nel 1816 Chawton, ripensa alla sua conclusione originale Persuasione e cercando di liberarsi delle prime fitte della sua malattia mortale, Jane offre commenti ironici su tutto dai Brontë ("che, dopo tutto il mio lavoro per intrattenere le donne con commedie che hanno solo genio, arguzia e gusto per raccomandarle, creature indietro di centinaia di anni con storie piene di circostanze improbabili e personaggi innaturali ”) a Sex and the City. Può sembrare strano, ma funziona. Come il Guida agli appuntamenti, anche quei Janeiti che sono più esperti e forse meno bisognosi di una zia severa con cui parlare apprezzeranno questo libro, poiché può essere letto quasi come un leggero critico oltre che come un consiglio sincero. L'autrice ha una conoscenza impressionante e dettagliata dei romanzi di Jane Austen e per lo più ottiene la voce di Jane giusta: vivace e senza fronzoli, con il minimo battito di intensità dove appropriato, solo per essere colta da coloro che hanno familiarità con la sua storia di vita. Cara Jane Austen è meno strutturato del Guida, e di conseguenza divaga in alcuni punti, ma anche le escursioni sono interessanti, quindi non c'è un grande danno in esso. Vari membri della famiglia Austen entrano ed escono in sottofondo, e vengono registrate anche le conversazioni di Jane con loro, facendola sembrare più loquace e Miss Batesish di quanto ci si potrebbe aspettare, anche se supponiamo che questa sia la natura di questo tipo di conversazioni unilaterali. Abbiamo trovato Cara Jane Austen essere più carnosi del previsto da un volume così sottile e da una premessa di base, e pensiamo che ci siano pochi Janeiti che non si divertiranno a passare alcuni pomeriggi presi dalla fantasia. Non siamo sicuri se classificarlo come finzione per la premessa o saggistica per i consigli di auto-aiuto del buon senso e la discussione dei libri. Alla fine non importa; il libro può essere goduto su entrambi i livelli. Plume ha posizionato il libro come finzione. Paperback: 176 pagine Editore: Plume (26 giugno 2007) ISBN-10: 1615511601 ISBN-13: 978-1615511600
Margaret C. Sullivan è l'Editrix di AustenBlog e l'autore di The Jane Austen Handbook: A Sensible Yet Elegant Guide to Her World.